11 commenti

Volantino : Schema Grafico

Avete voglia di promuovere un prodotto o servizio tramite un volantino? Se la vostra risposta è SI, state leggendo l’articolo che fa per voi!

Sono in tanti quelli che decidono di promuovere la propria realtà aziendale con i mezzi che il mondo pubblicitario offre, infatti negli anni la pubblicità si è sviluppata e perfezionata ed è divenuta sempre più efficace.

L’articolo che segue spiga in modo semplice e diretto le tecniche grafiche da attuare per sviluppare un Flyer incisivo e professionale.

 


Il volantino pubblicitario

Chi non è stato mai attratto a partecipare ad un evento particolare o da un’offerta imperdibile suggerita da un volantino?

Il volantino ha molti anni di vita, ma non perde il suo altissimo grado di qualità e il prezzo invidiabile, che risulta essere uno dei più bassi rispetto agli altri mezzi di pubblicitari. Grazie al suo basso costo, viene utilizzato sia dai grandi imprenditori che dalle piccole attività.

La particolarità che lo rende singolare è la sua diversa modalità di distribuzione, infatti può essere consegnato direttamente nelle mani del cliente (consegna hand to hand) oppure nelle apposite buche delle lettere delle varie abitazioni (tecnica door to door).

Il Flyer: Lo schema grafico

 

La grafica pubblicitaria è mutata negli anni, sviluppando uno studio minuzioso degli strumenti di comunicazione, tanto che ci sono schemi precisi per ogni tipologia di pubblicità.

In questo articolo vi esporrò uno degli schemi più adeguati per realizzare un volantino qualitativamente ottimo.

Un Flyer ha necessariamente:

schema grafico di un volantino

HEADLINE: Si tratta del titolo che dev’essere il riassunto più adeguato e descrittivo del vostro messaggio pubblicitario.

HEADLINE SECONDARIO (facoltativo): E’ un titolo secondario che di solito funge da supporto descrittivo al titolo precedente.

VISUAL: E’ l’immagine principale, quella sulla quale principalmente ricade l’attenzione, è un fattore indispensabile in un Flyer che si rispetti.

BODYCOPY: E’ il testo che di regola deve avere la lunghezza maggiore nel volantino, infatti descrive brevemente il prodotto che il flyer promuove.

PACKSHOT: L’immagine del prodotto che viene collocata accanto l’immagine del packaging (confezione del prodotto).

TRADEMARK E LOGOTIPO: Sono rispettivamente il marchio dell’azienda e il nome, entrambi sono necessari per ottenere la fidelizzazione del cliente al prodotto o all’azienda pubblicizzata.

PAYOFF: Frase conclusiva e riassume tutto il flyer in uno slogan di forte impatto emotivo.

 

In questo articolo ho illustrato lo schema grafico più adatto per la creazione del volantino pubblicitario, infatti viene maggiormente utilizzato dalle agenzie di comunicazione per pubblicizzare pro

dotti, Brand e aziende dei vari settori.

Seguendo minuziosamente le regole sopra indicate, realizzerete ottimi strumenti promozionali in grado di affrontare al meglio il complesso mondo pubblicitario.

 


 

 

Se l’articolo è stato di vostro gradimento commentate e condividete !

Noi di Affissioni.it abbiamo creato per voi carissimi lettori un video esplicativo che potrà farvi capire concretamente le informazioni precedentemente suggerite.

Quindi non ci resta che augurarvi buona lettura e buona visione!