1 commento

Manifesti Pubblicitari Razzisti: Lo strumento Buono per fare Male

Tutti conoscono la potenzialità inaudita che può avere un’affissione pubblicitaria, ma spesso questi strumenti ottimi di promozione

, vengono utilizzati con poca professionalità, riducendosi ad avere l’effetto contrario da quello prefissato.

Un esempio di questo è proprio quando le affissioni vengono realizzate con messaggi Pubblicitari a fondo razzista.

 


 

E’ possibile pensare che ci sia davvero gente che nutre dei pregiudizi razziali nei confronti del diverso?

 

Non è raro sentire da parte di qualche testata giornalistica episodi razzisti nelle città, nelle scuole, sul posto di lavoro e via dicendo.

A dare adito a questo ed alimentare le fiamme della polemica, sono in parte anche le affissioni pubblicitarie a sfondo razzista.

Ricordiamo senz’altro i manifesti razzisti ideati negli anni ’80-’90 che avevano lo scopo di creare scompigli all’interno della società, sono famosissimi appunto gli episodi violenti che in quel periodo gettavano la città nell’occhio del ciclone.

 

manifesto razzista del '900

Un vecchio esempio di manifesto pubblicitario razzista è proprio questo:

Nel manifesto si nota benissimo che la persona che sta commettendo violenza nei confronti della povera donna indifesa è un uomo di colore.

All’epoca questo tipo di manifesti alimentavano l’odio nei confronti dell’altro e quindi era all’ordine del giorno sentire notizie di attacchi nei confronti di povera gente di colore che non aveva nessun motivo per essere attaccata.

 

 

 

 

 

MANIFESTI RAZZISTI OGGI

Oggi per fortuna i pregiudizi nei confronti degli extra-comunitari sono molto diminuiti e per questo sentiamo molti meno episodi di violenza nei loro confronti, ma purtroppo non possiamo concludere del tutto questo capitolo.

Anche oggi cisono agenzie di affissioni pubblicitarie che adottano i manifesti pubblicitari e che lo fanno nel modo sbagliato, lanciando messaggi offensivi non solo nei

confronti degli extra-comunitari, ma anche nei confronti delle donne e degli omosessuali.

Esempi concreti che possono farvi capire l’entità dei messaggi offensivi lanciati sono:

 

I manifesti che ho utilizzato per farvi capire  le problematiche che ogni giorno viviamo sulla  discriminazione sono palesi e diretti, quindi come si fa a dire che oggi non ci sia discriminazione nelle città e nei luoghi pubblici.

 

Il consiglio che sentiamo di darvi è quello di affidarvi ad agenzie professionali nel lavoro che evitino di rovinare la campagna di affissioni che avete faticosamente lottato per rendere efficace.


 

CONCLUSIONE

Cari lettori ovviamente vi ringraziamo per aver preso visione di questo importante articolo che affronta una tematica non semplice da trattare nel mondo che viviamo.

Inoltre abbiamo creato un video, che potrà aiutarvi a comprendere in modo semplice l’articolo da noi proposto.

Carissimi lettori, Buona lettura e Buona Visione!